Lettera di un Cliente - Perseverare per avere Giustizia

 


Mi accingo a scrivere il resoconto di cio’ che puo’ accadere a qualunque cittadino che si appresta a fare acquisti ma senza avere una tutela adeguata in caso di bisogno . In data 23/12/2012 un mio parente si rivolge ad un noto centro commerciale nella zona di Napoli per l’acquisto di un modesto cellulare per regalare al figlio in occasione del Natale,ma dopo pochi giorni,in occasione della prima ricarica, comincia la disavventura citata negli allegati. Ovviamente il primo passaggio l’ho fatto con l’ausilio dell’ufficio legale dell’Associazione Altroconsumo (tra l’altro molto competente e disponibile in ogni occasione ) a cui appartengo come socio da molti anni . Dopo varie insistenze e conseguenti raccomandate per avere riconosciuto i miei diritti di garanzia come cita il famoso art. 130 del Codice di Consumo mi arrivava una lettera di ….minaccia da uno studio associato di legali in rappresentanza dello stesso centro commerciale , per cui la stessa Associazione Altroconsumo mi consigliava di procedere legalmente ma con tutte le eventuali conseguenze del caso con relative spese.
Al che approfittai della conoscenza dell’Avv. Polcino Lucia che prese a cuore il caso per portare avanti la pratica convinta di un esito positivo sulla vicenda. La conclusione è mostrata dalla sentenza che allego del 06/02/2015 . La cosa che piu’ rattrista : come può un “colosso” ( Samsung ) del genere perdere tanta credibilita’ su di un prodotto di soli € 180,00.

Tengo a precisare di non voler creare danno né diffamazione ad alcuno ma ,unicamente,perseverare per avere riconosciuto un proprio diritto.